Loading

venerdì 9 giugno 2017

Cercasi marito intelligente

Nei giorni scorsi, in seguito alla condivisione da parte di Selvaggia Lucarelli la quale gode di un notevole seguito sui social, è diventata virale l'immagine qui sotto, che mostra un annuncio matrimoniale abbastanza inconsueto affisso sul tronco di un albero.


Il testo recita: «Ciao, cerco un ragazzo intelligente che possa essere il mio futuro marito. Questo è il mio numero di telefono». E sotto campeggia una formula matematica che forse ai più apparirà complicatissima, ma che in realtà qualunque studente di quarta liceo scientifico – perlomeno basandomi sui programmi scolastici in vigore "ai miei tempi" – dovrebbe saper risolvere senza particolari difficoltà. Ammetto di averla persino copiata su un foglio di carta per provare a calcolare il risultato e poterlo includere in questo post per amor di completezza, ma poi mi son detta: chi te lo fa fare?! ;-)
Nei commenti al suo post Selvaggia ha condiviso questo arguto punto di vista.

«Un ragazzo intelligente non chiamerà mai una tizia che sovrappone due radici che comprendono la stessa espressione invece di sommarne gli esponenti, e con accenni di bipolarismo visto che scrive una volta 1/2, un'altra volta 0,5.
Usa meetic come tutte le altre, che è meglio.» ;-)
Per quanto mi riguarda mi limito ad aggiungere che per essere un buon partner quello che ci vuole non è certo un'intelligenza logico-matematica superiore alla media – anche se nel mio caso amare la scienza e la tecnologia significa guadagnare parecchi punti in termini di affinità – bensì quella che viene chiamata intelligenza emotiva. A cosa serve essere un mago coi numeri, saper calcolare integrali e risolvere equazioni differenziali come se niente fosse, se poi sei uno st***zo anaffettivo?
Detto ciò, è venuto fuori che il manifestino di cui stiamo parlando era un fake: come mostrato dal debunker David Puente, l'originale proviene dalla Polonia ed è stato modificato col fotoritocco (neanche troppo bene, dal momento che passando dal testo alla formula cambiano in modo evidente sia la grafia che il tratto).


Comunque nemmeno la versione originale polacca era genuina: a quanto pare si trattava di una trovata del popolare sito polacco Noizz realizzata per verificare fino a che punto una romanticheria potesse spingersi fuori controllo.

Nessun commento:

Posta un commento