Loading

sabato 17 settembre 2016

Ce la puoi fare!

Si concluderanno domani i XV Giochi paralimpici estivi. Tra gli atleti che hanno dato le maggiori soddisfazioni ai tifosi azzurri c'è Alessandro "Alex" Zanardi, l'ex pilota automobilistico al quale vennero amputate entrambe le gambe in seguito a un terribile incidente nel 2001, e che oggi è un campione del paraciclismo: a Rio ha conquistato due ori e un argento. Come ho già accennato, trovo che Alex sia per tutti, anche per noi normodotati, un esempio dell'atteggiamento giusto con cui si possono affrontare e perfino superare difficoltà che potrebbero sembrare insormontabili. Ma, anche se stentavo a crederci, ho dovuto constatare che non tutti nutrono nei suoi confronti la mia stessa ammirazione, anzi: sui social ho letto che alcuni lo considerano un pallone gonfiato, uno che deve i risultati che ha ottenuto solo ed esclusivamente al fatto di potersi permettere cure e ausili che un disabile comune può soltanto sognarsi. A tutti costoro ha risposto degnamente Terenzio Traisci con un video del quale riporto qui di seguito la trascrizione del testo.
Alex Zanardi: grande esempio di intelligenza positiva. Perché dopo l'incidente, quando ha scoperto di aver perso le gambe, si è focalizzato su cosa poteva fare con la parte rimasta nonostante la realtà fosse tremenda. Ma la realtà che vuoi vedere dipende da te. Forse ci viene da pensare che coi soldi è facile! In verità non sono i soldi a decidere per te, a decidere su cosa focalizzarti, perché ci sono persone con più soldi di Zanardi che hanno mollato, e perché ci sono persone con meno soldi di Zanardi che hanno ottenuto risultati immensi ugualmente. Quindi come usi la mente dipende da te, non dipende dai soldi. Poi è vero che i soldi ti danno più possibilità, ma come li usi, la volontà di allenarsi, di crescere, di migliorare dipende da te. E se sei convinto del contrario, se pensi che chi abbia ottenuto risultati nella vita ci sia riuscito solo per soldi, raccomandazioni, imbrogli, a te cosa serve? A niente! Ti fa stare meglio o peggio? Peggio! Perché ti blocca, perché non dipende da te, e quindi ti fa sentire in preda alla sfortuna. E te lo dico per esperienza personale: anch'io pensavo così, dopo un fallimento personale e dopo un successo di altri. Ma ti fa malissimo, ti logora, ti uccide i neuroni e ti spegne, se non te ne accorgi in tempo. Perché al contrario pensare che dipende da te ti fa capire che è possibile, ti accende una speranza, e così non puoi mai fallire, perché già provarci è un successo, perché significa che hai visto la tua realtà positiva. Ricorda: già provarci è un successo.
A proposito di video motivazionali, ecco qui un'altra Pillola del Buon Umore davvero notevole. A tutti noi capita di dover affrontare situazioni difficili e temere di non farcela a superarle. Dimentichiamo però che quasi sicuramente in passato ci è già toccato di far fronte a un ostacolo paragonabile a quello attuale, e se siamo ancora qui... beh, vuol dire che non era poi così insormontabile! Quindi la persona sulla quale devi fare affidamento per superare i momenti critici è in primo luogo... TE STESSO: solo tu sai cosa hai passato, e come ne sei uscito.
Lo sai solo tu quanta fatica hai fatto per arrivare fin qui. Lo sai solo tu cosa hai dovuto superare da sola/o con te stessa/o, di notte, in preda ai dubbi, alle paure, al dolore. Lo sai solo tu cosa si prova ad essere ignorati, sottovalutati, scartati, umiliati. Lo sai solo tu cosa si prova quando non arrivano i risultati attesi, ma continui a vedere chiara la meta. Lo sai solo tu cosa si prova ad essere delusi per aver dato tanto, troppa fiducia in un progetto ad una persona che poi ti ha voltato le spalle. Lo sai solo tu cosa hai imparato sbagliando, cadendo. Lo sai solo tu quante energie per capire le persone, per capire come correggere il tiro. Lo sai solo tu come hai fatto a sorridere quando tutto intorno a te chiamava pianto. Lo sai solo tu come hai fatto a rialzarti dopo una sconfitta, dopo una delusione, su che risorse interne, su che punti di forza fare affidamento. Lo sai solo tu quanto è importante avere il più leale dei soci, il più forte alleato, il più comprensivo degli amici: TU. Beh... e se ti è stato utile questo video vallo a riguardare tutte le volte che ti dimentichi come fare a rialzarti.

Nessun commento:

Posta un commento