Loading

mercoledì 28 settembre 2016

Bando agli indugi!

Rieccomi ad aggiornare il blog dopo alcuni giorni di assenza giustificata: ebbene sì, oggi sto scrivendo da una nuova casa in un'altra città, in una regione abbastanza distante da quella dove ho abitato finora! :-O E per inaugurare questa nuova vita trovo perfetta la Pillola del Buon Umore caricata l'altro giorno da Terenzio Traisci nel suo canale YouTube.


Non aspettare il weekend per vivere, perché il modo per trovare significato alle cose che fai durante la settimana lo trovi soltanto quando inizi a cercarlo, senza ma e senza se. [Cominciamo male, Tere'... questa non era proprio tanto immediata, ecco! ;-) NdC]
Non aspettare la malattia per apprezzare la vita e capire che occorre attenzione alla tua salute e al tuo umore, perché se non lo fai tu non lo fa nessun altro.
Non aspettare il buon umore degli altri per coltivare il tuo.
Non aspettare un incidente per decidere di cambiare.
Non aspettare un infarto per decidere di non arrabbiarti più per cose inutili.
Non aspettare che quella persona non ci sia più per dirle quanto è importante per te.
Non aspettare che le cose accadano, ma falle accadere tu.
Non aspettare le delusioni per capire che non sei nella testa degli altri e loro non sono nella tua.
Non aspettare la morte per accorgerti che c'era qualcosa che potevi fare tu.
Non aspettare i cambiamenti per capire che prima occorre che cambi tu.
Non aspettare che la vita passi, perché tutto inizia da un primo passo.
Non aspettare sorrisi dagli altri, perché il sorriso più importante è per una persona che non aspetta altro e se lo merita: tu.
Non aspettare dei grazie, perché l'attesa ti fa male: meglio ringraziare tu, e meglio dirsi grazie.
Non aspettare il bicchiere mezzo pieno per capire che c'è una bottiglia piena d'acqua vicino al bicchiere che puoi riempire tu.
Non aspettare di vivere la vita dei tuoi sogni per iniziare a vivere, perché i sogni si realizzano da svegli vivendo e di buon umore, e sta a te trovare il modo di esserlo.
Beh... quindi non aspettare: agisci tu!
Ecco, se per prendere il volo io avessi aspettato il verificarsi di una combinazione di circostanze ottimale, con ogni probabilità non mi sarei mai decisa: sarei rimasta ferma al palo a oltranza. E invece scegliendo di fare il primo passo e poi andando avanti, e cercando man mano di aggiustare quello che non andava e non andrà, ho già percorso un pezzo di strada che fino a poco tempo fa mi sarebbe parso inimmaginabile... e tanta ancora ne farò, potendo contare sull'amore e sul supporto di un uomo eccezionale! <3

[L'immagine che apre il post riporta una citazione attribuita a George Bernard Shaw. Ma sarà davvero sua? Non ne sarei così sicura – semmai secondo Wikiquote lo scrittore irlandese affermò «Le persone che vanno avanti in questo mondo sono quelle che si danno da fare e cercano le circostanze che vogliono e se non riescono a trovarle, le creano» – ma questo nulla toglie al suo valore!]
P.S.: Ho dovuto attivare la moderazione dei commenti, introducendo già che c'ero pure il test di verifica, dopo che negli ultimi giorni mi è arrivata una serie di commenti che piuttosto che di denuncia definirei DA denuncia: non solo risultavano del tutto off topic, ma erano pure pesantemente diffamatori nei confronti di altre persone. Va da sé che non appena mi è stato possibile li ho eliminati senza indugio... Mi mancava solo di subire conseguenze per non averli rimossi tempestivamente!

Nessun commento:

Posta un commento