Loading

venerdì 17 febbraio 2012

Un salto nel futuro

Nel mio ultimo post mi occupavo dell'arte di comunicare le emozioni... ed ecco che quest'oggi ritorno sull'argomento per presentarti il nuovo spot di Telecom Italia. Cosa c'entra, ti starai domandando...? Beh, c'entra eccome: non per niente lo slogan che conclude lo spot è «Le emozioni non cambiano. Il modo di comunicarle, sì». Ed è il medesimo slogan (o claim che dir si voglia) che caratterizzava la campagna istituzionale di Telecom Italia datata 2011. Forse ricorderai il relativo spot, diretto dal celebre regista Sam Mendes: in meno di un minuto veniva raccontata la storia di Francesca e della sua famiglia, dagli anni '50 al giorno d'oggi, dalla sua nascita a quella della sua nipotina, e la parallela evoluzione degli strumenti di telecomunicazione, a partire dai vecchi telefoni in bachelite per arrivare alle moderne videochiamate via smartphone o internet che appena mezzo secolo fa sarebbero probabilmente sembrate fantascientifiche.
La protagonista dell'incantevole spot di quest'anno, pubblicato pochi giorni fa, non è più Francesca, ma... Futura Francesca.


Avrai notato, in effetti, che la storia è ambientata in un futuro non si sa quanto prossimo, ma secondo me abbastanza plausibile e sicuramente esaltante: per quanto mi riguarda, se è davvero questo ciò che ci aspetta, non vedo l'ora di arrivarci! :-) [anche se sotto sotto resto convinta che nessun mezzo di comunicazione, per avanzato che possa essere, potrà mai sostituire degnamente l'emozione del contatto diretto... ;-)]
L'avveniristico video, diretto da Tak Kuroha, è liberamente ispirato alle sette storie vincitrici del primo social advertising contest di Telecom Italia e ai mondi di fantasia creati da oltre settecento autori. Ad un progetto collaborativo tanto innovativo non potevo non dedicare un post... sebbene vi sia un'altra ragione per cui ho deciso di partecipare alla campagna promossa da Zzub.it: ai dieci zzubber che avranno fatto passaparola online sullo spot con maggiore efficacia e creatività, infatti, verrà regalato un buono Amazon del valore da 30 a 100 euro. Sì, mi rendo conto di avere pochissime chance... ma in fondo se non ci provassi affatto ne avrei ancora meno! :-)

1 commento:

  1. Be' spero vivamente di poter vivere un giorno, dei mezzi di comunicazione che la protagonista Francesca,usa. La tecnologia anche quella piu' avanzata non mi ha mai fatto paura, anzi.Tanto come dice lo slogan , le emozioni, quelle restano sempre.

    RispondiElimina