Loading

martedì 14 febbraio 2012

Io non so parlar d'amore

[La foto degli albatri puccy è tratta da Focus.it]
Circa un mese fa ho letto su FriendFeed un accenno a un fantomatico indirizzoinesistente, al che mi sono incuriosita e ho voluto googlare, raggiungendo in men che non si dica il sito indirizzoinesistente.com. Sulla home page, oltre ai link alla fanpage di Facebook e all'account di Twitter, campeggia la seguente scritta:
I postini raccontano di lettere perdute, di consegne mai effettuate, di indirizzi inesistenti, di parole che prendono polvere su vecchi scaffali. Le lettere d'amore, spesso, non arrivano a destinazione. I destinatari cambiano indirizzo, vanno ad abitare lontano; a volte non rispondono al campanello, nonostante il postino suoni sempre due volte.
Una mattina ci siamo svegliati e abbiamo pensato di fare un giro tra gli scaffali impolverati, ricopiare queste lettere e mandarle a persone che avrebbero sicuramente apprezzato.
... e subito sotto, la domanda «Vuoi essere uno dei destinatari?» e un campo dove puoi immettere il tuo indirizzo e-mail e poi cliccare su Iscriviti per iscriverti alla mailing list. Fatto ciò riceverai, a intervalli di tempo assolutamente irregolari, delle misteriose lettere d'amore, scritte chissà da chi, chissà per chi... ma in ogni caso intriganti e capaci di toccare il cuore.
Il penultimo messaggio, nonché il primo che mi è stato recapitato da quando mi sono iscritta alla mailing list, mi è arrivato il 24 gennaio scorso, mentre l'ultimo proprio oggi. Si intitola semplicemente Grazie, ed eccone il testo.
Una lettera d'amore per il giorno degli innamorati?
No, non siamo così scontati. Ma vogliamo per una volta ringraziarvi delle bellissime parole che avete speso per noi nella nostra bacheca Facebook, per aver diffuso le nostre lettere su Tumblr, grazie per l'impazienza con cui ci avete spronato quando tardavamo le nostre irregolarissime consegne, grazie per aver parlato di Indirizzo Inesistente con i vostri amici, per averci segnalato quando si parlava di noi in giro per la rete.
Ma ancora di più vogliamo ringraziarvi per le email che ci avete scritto, facendo fare capriole anche ai nostri cuori di postini.
"Non ho informazioni da chiedervi, ho solo una lettera da imbucare.
Siete voi il mio indirizzo, siete voi il mio campanello, voi siete la mia posta del cuore.
Sarete voi a consegnare o far perdere queste parole.
Chissà se un giorno sarò io stessa a ricevere la mia lettera.
Il mio destino nelle vostre mani. Grazie per qualunque cosa ne farete."
"È da anni che raccolgo lettere. Molte le trovo fra i libri, per strada accanto ai cassonetti: carteggi.
Sono sempre d'amore. Vorrei inviarvele.
Se avete voglia e pazienza impacchetterò tutto e spedirò.
Avete fatto una cosa meravigliosa e vi voglio bene."
Grazie a tutti voi, grazie per aver accolto questo progetto con lo stesso entusiasmo e la stessa tenerezza con cui noi lo abbiamo accudito e avviato.
Siamo pronti a prendere in carico le vostre lettere smarrite e a recapitarle insieme a quelle che ancora dobbiamo spedire.
L'indirizzo lo conoscete, vero?
Felice innamoramento.
Chiunque ci sia dietro Indirizzo Inesistente (Whois.net non è di nessun aiuto al riguardo), trovo che abbia avuto un'idea davvero eccellente, in grado di regalare spunti sia a chi si sente piuttosto a suo agio a parlare d'amore sia a chi al contrario trova difficile esprimere i propri sentimenti e le proprie emozioni. Che poi, in fondo, il segreto è aprire il proprio cuore e lasciarsi andare, senza farsi condizionare dal timore di risultare retorici, ridicoli o banali... :-)
Sempre a proposito del Valentine's Day, ecco l'odierno Google Doodle, che per l'occasione non è un semplice disegno ma un video.


Molti l'hanno criticato, a qualcuno ha fatto venire in mente Teorema di Marco FerradiniPrendi una donna, dille che l'ami [...] e sta' sicuro che ti lascerà [...] Prendi una donna, trattala male [...] e allora sì vedrai che t'amerà»). Io al contrario l'ho trovato proprio carino: mostra che il modo migliore per far breccia nel cuore di una persona non è ricoprirla di insulsi regali, ma condividere con lei hobby, interessi e passioni. :-)

[Note to self: ho sempre sostenuto che l'amore andrebbe celebrato ogni singolo giorno e che detestavo il giorno di San Valentino considerandolo una ricorrenza commerciale priva di senso, per cui non posso mica farne un dramma se quest'anno le cattive condizioni meteo mi impediranno di non-festeggiarlo come si deve! ;-)]

P.S.: Solamente dopo aver scelto il titolo del post mi sono resa conto che poteva sembrare un omaggio ad Adriano Celentano, l'interprete della celebre canzone che si apre con quel verso, la cui attesissima esibizione è in programma proprio per questa sera nel corso della prima serata del Festival di Sanremo. In realtà non è così: non mi definirei esattamente una fan del Molleggiato...

2 commenti:

  1. e sei diventata ancora meno fan dopo lo sproloquio di ieri sera? ;) lambdasond

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo forte! :-) Ehilà, mi fa piacere ritrovarti: la chiusura di Splinder (li possino) ha fatto sì che noi collaboratori di sanremo.splinder.com ci perdessimo di vista. Sai se per caso un amministratore ha provveduto a migrare altrove quel blog, o almeno salvarlo? Certo che sarebbe un vero peccato se fosse andato tutto perso...

      Elimina